Bper Banca (BIT: BPE) ha pubblicato l’8 maggio 2018 i dati relativi agli utili con una sorpresa rispetto alle aspettative del 420% ( da 0.10€ a 0.52€), ciò nonostante è stata investita dalle medesime vendite che hanno toccato tutto il comparto bancario italiano.

I volumi rivelano acquisti nella discesa

Dall’analisi emerge che la maggior parte dei volumi si sono registrati nel movimento di discesa di mercato dei giorni 28/5 e 29/5. Nonostante la grande quantità di volumi in discesa che potevano far pensare un crollo verticale dei prezzi, le quotazioni si sono bloccate intorno ai 4€.  In particolare sono evidenti due fenomeni:

  • Il primo dal confronto dei giorni 28 e 29 dove si è evidenziato un incremento del volume ma una diminuzione di spazio percorso dal mercato.
  • Il secondo dall’analisi dei giorni 29, 30, 31 nei quali il range di prezzo e la chiusura sono stati pressoché identici, segnalando la presenza di una grande forza in acquisto capace di bloccare definitivamente il prezzo.

Il prezzo bloccato tra venditori e compratori

Il prezzo è rimbalzato velocemente verso la resistenza a quota 4.45€ dalla quale è stato respinto. Attraverso il ritorno intorno ai 4€ potremmo scoprire le reali intenzioni del mercato: anche se tutto può far pensare a una situazione compromessa verso il ribasso, se il prezzo dovesse scendere a bassi volumi e non troppo velocemente, potrebbe rivelare l’intenzione dei compratori di spingere nuovamente il prezzo verso i massimi.

 

Ascoltate soltanto ciò che il mercato vi dice in questo momento. Dimenticate ciò che pensavate vi stesse dicendo cinque minuti fa (Marty Schwartz)

A questo punto l’idea principale potrebbe essere quella di lasciar parlare il mercato senza farsi condizionare da opinioni pregresse e notizie. Ricapitolando, un’occasione di sell short si è aperta sulla resistenza e oggi con la formazione di un pattern di candele giapponesi ribassista (da verificare alla chiusura). Se nello sviluppo del movimento a ribasso però il mercato dovesse mostrare un abbassamento dei volumi e una qualche difficoltà a superare l’area dei 4.00€, questo indicherebbe la possibilità di una nuova ripresa dei prezzi.