Il Toro, l’Orso e la Pecora

Investire in borsa come una pecora

Se ti chiedi come investire in borsa, la domanda che ti devi fare è Come ti vedi sul mercato, toro orso o pecora?
Se hai già un po’ di esperienza sui mercati saprai esattamente di cosa sto parlando e se invece sei alle prime armi, proverò a spiegarmi meglio. Quando si vuole investire sui mercati finanziari si comincia sempre con il fare delle analisi che ci diano un’opinione su come potrebbe muoversi in futuro il prezzo. Le ipotesi che ci fabbrichiamo sono importantissime perché ci consentono di arrivare a prendere delle decisioni rialziste (Toro) o ribassite (Orso).

Esiste un unico verso nel mercato; e non è né rialzista né ribassita, ma il verso giusto. Jesse Lauriston Livermore

Fin qui tutto facile dirai. Ma ecco che arrivano le emozioni a disturbare la nostra visione di mercato e si finisce con il seguire i propri desideri invece che il mercato. Così si pensa unicamente a quanto si può guadagnare con la singola operazione e nemmeno ci si pone il problema di guardare più il mercato se l’operazione è coerente o dotata di senso tecnico. E qua emerge “la pecora”: si ascoltano tutte le voci tranne la propria, tutte le analisi e ci si trova dentro a un titolo che nemmeno ci interessava, si entra alla fine di una salita decennale su un titolo che tutti hanno già comprato e manchi solo tu… Quando ci si rende conto dell’errore oramai è fatta e si sta in attesa sperando per il meglio. E già sappiamo quale sarà il finale, la pecora verrà macellata.

Investire in borsa con aspettative Esagerate

investire in borsa con  aspettative esagerate

Attendersi un profitto altissimo senza avere motivazioni tecniche che lo confermano è davvero un’attitudine comune in molti investitori. Si guadagna, ma mai abbastanza e si seguono tutte le opinioni che confermano in qualsiasi modo la nostra avidità e si scartano tutte quelle contrarie. L’avidità è la bussola di questo investitore, che si esprime e cerca il colpo della vita. Si cerca il biglietto vincente della lotteria che cambierà la nostra vita e si finirà con l’ennesima perdita. Per investire in borsa e guadagnare mantieni i piedi per terra e metti da parte le tue motivazioni esterne. Accontentati di fare il tuo meglio e lascia stare le storie dei fenomeni dell’investimento che senti in giro.

Per investire in borsa smetti di seguire il mercato che è già partito

Perdere un’occasione sul mercato è una situazione comunissima. Capita, è nella natura dell’investire non accorgersi delle occasioni se non dopo che sono partire. Accettare la frustrazione e lo sconforto è una delle doti principali di un investitore/trader. Il problema nasce invece quando si vuole inseguire la posizione che si è persa e si finisce per aprire tardi la posizione con un prezzo di ingresso sfavorevole. Cosa potrà mai succedere? Naturalmente il prezzo comincerà a tornare indietro, portando l’investimento in perdita e nella maggior parte dei casi fino allo stop loss. E perché no? Il mercato dopo aver preso lo stop loss ripartirà nella direzione che pensavamo, ma senza noi a bordo.

Esempi pratici di “vita da pecora” nei mercati

Aprire posizioni troppo grandi per il proprio account o maggiori di quanto si possano sopportare è uno dei sintomi primari di chi vive i mercati dalla parte delle povere “pecore”. Chi fa così tende a vedere in continuazione il cellulare in ogni occasione, a non dormire la notte e cambiare umore ogni volta che cambia il colore del numero del tick. Una vitaccia… Ogni stop loss così diventa una debacle, che azzera l’account e fa cadere nello sconforto più nero. Oppure si finisce per togliere ogni stop loss e lasciar andare a “morire” il titolo, tanto un giorno tornerà su, no? A volte ritornano, ma a volte mai e finiscono con creare scheletri infiniti nel portafoglio.

E’ necessario impiegare solo il capitale di cui si può tollerare la perdita senza che questa pregiudichi la vita al di fuori dell’investimento. Investire in borsa è semplice se si usa il buon senso e impossibile se ci si attende un banco di beneficenza.

Chi pecora si fa il lupo se la mangia

Conclusione

La dote maggiore di un trader o un investitore che desidera investire in borsa è il carattere, che sia o meno innato. Se non si ha l’attitudine giusta, la si impara con la passione e l’impegno. In assoluto la fretta, il bisogno di denaro subito è da evitare e se ti accorgi che per te è così smetti e ripensa bene a cosa stai facendo e perché. Non ci sono sconti o pasti gratis nel mercato, l’attitudine “da pecora” è sempre bene accetta dagli innumerevoli lupi che non aspettano altro che la preda perfetta.

Sviluppa un tuo metodo, se non ce l’hai puoi visitare i nostri corsi, in ogni caso sappi che le risposte a come fare profitti in borsa esistono, ma passano dalla voglia di andare oltre il comportamento del gregge che spinge il 90% dei trader a perdere soldi.

Desideri maggiori informazioni sui nostri corsi o vuoi ricevere i nostri segnali di trading? Clicca qui