Se vuoi giocare in borsa vai al casinò! Ti farai meno male

giocare in borsa è scommettere

In questo articolo ti parlerò di cosa il trading è e di cosa certamente non é: di sicuro il trading non è giocare in borsa. Piuttosto è un lavoro, come qualsiasi altro, che può dare grandi soddisfazioni economiche e intellettuali. Come qualsiasi lavoro però fa fatto seriamente, bisogna addestrarsi e non avere fretta di vedere dei risultati eclatanti, ma soprattutto chiudere le orecchie alle tante sirene di persone che hanno cambiato la propria vita in due minuti leggendo un e-book o facendo un’ora di corso gratuito. Mi stupisce a dire la verità come molte persone possano ancora credere che l’investimento sia un gioco d’azzardo o di scommesse come il super-enalotto e il gratta e vinci. E infatti nella vita, come nel trading passano il tempo aspettando di fare il colpo della vita e poi ritirarsi finendo sui libri di storia. Come nel film “The Big Short” che non a caso in italiano è tradotto “La grande scommessa“.

Costruisci il tuo ambiente di lavoro

non giocare in borsa costruiscii ambiente di lavoro

Investire è un mestiere, ciò significa che hai bisogno di un luogo fisico per farlo. Ovunque non è un luogo fisico, sarai d’accordo come me. Eppure si vedono aspiranti trader che lavorano sui mercati in tutti i posti tranne che in un ufficio: al supermercato, a ristorante, alla guida dell’auto, salvo poi stupirsi che le posizioni possano andare male.

L’ambiente di lavoro è importante. Vuoi fare trading invece che giocare in borsa? Per prima cosa stabilisci un tuo orario di lavoro e un luogo fisso in cui pratichi la tua attività. In questo modo eviterai di guardare troppo i mercati e dall’altra parte darai a te stesso l’ordine necessario per prendere decisioni con calma e razionalità.

Non giocare in borsa, definisci la tua strategia e un trading plan

Per prima cosa scrivi su un foglio che appenderai al muro la tua strategia di trading e se non ne hai una studia o leggi. Se vuoi puoi chiedere a noi qui.

La tua strategia dovrà non solo adattarsi a te, ma essere giusta per te. dovrai ciò sentirti rilassato e a tuo agio quando la metterai in atto. Non esiste un solo modo per fare trading, ma ne esistono migliaia. Veloci, lentissimi, molto rischiosi e poco rischiosi. Personalmente ho trovato che più il trading è noioso più è profittevole. Se sei in cerca di emozioni fai il bungee jumping ma lascia stare il trading, perché sicuramente ti farai più male che saltare da un ponte. Se hai scoperto che il trading ti piace, ma non hai una strategia eppure continui a fare operazioni senza sosta fermati! Sì fermati e se non ci riesci il tuo problema è proprio che vuoi giocare in borsa. Investire in borsa è fare del profitto investendo non di sicuro cercare delle emozioni forti nei sali e scendi del mercato.

Trovata la strategia di trading definisci il tuo trading plan ovvero pianifica la tua operazione nei dettagli, non lasciare nulla al caso e soprattutto decidi tutto prima perché quando sei sulla giostra non riuscirai più a orientarti in maniera oggettiva. Dove mettere lo stop loss, dove uscire in guadagno, quando guardare l’operazione e cosa cercare quando apri lo schermo del computer. Sei un professionista che guarda il mercato quando è necessario e il resto del tempo si dedica ad altro.

Lavora sulla gestione delle emozioni perché sono parte integrante del tuo trading

Chi concepisce l’investimento o il trading come giocare in borsa certamente ha necessità delle forte emozioni che questa attività porta con sé. Chi invece vuole farne un lavoro o l’ha fatto diventare un lavoro sa che l’eccesso delle emozioni è uno dei problemi principali se non gestito. Gestito non controllato attenzione. L’emozione non la si controlla e nemmeno è necessario farlo, perché il problema non è l’emozione in sé ma ciò che ci porta a fare. Le emozioni portano spesso a decisioni irrazionali e istintive che danneggiano la nostra capacità razionale. Bisogna decidere se operare istintivamente oppure secondo la propria strategia e se si sceglie la strategia è necessario che si investa del tempo per apprendere come gestire la forza delle emozioni che il trading genera.

Gli alti e bassi ci sono, le emozioni forti pure solo che se vuoi un consiglio considerale come un ostacolo alle performance e ai tuoi profitti. Proprio le emozioni incontrollate portano alle operazioni impulsive, alle esitazioni e a sovra pesare il proprio investimento.

Gestisci i soldi come in un’azienda, la tua azienda

Molte delle persone con cui entro personalmente in contatto fanno operazioni troppo grandi per la grandezza del proprio account. La size esagerata di un’operazione rende irrazionali, spaventati, emotivi e non oggettivi sulle proprie posizioni. Nessuno scommetterebbe tutto su un solo numero, perché farlo su una sola operazione? Proprio perché la parola chiave è scommessa.

Investire saggiamente ripartendo il rischio e utilizzando solamente il capitale corretto di cui possiamo sopportare l’eventuale perdita rende il nostro trading più profittevole. La regola dice di non mettere a rischio su singola operazione mai più del 2% del proprio capitale, si può salire certo a cifre superiori a seconda della propria tolleranza del rischio, ma mai più del 5% in ogni caso. Superare questo livello equivale a giocare in borsa al posto che investire ovvero lasciare che un singolo trade determini il profitto o meno di un conto di trading. Per quanto mi riguarda questo non è tollerabile, piuttosto faccio altro nella vita.

Se vuoi consigli per il tuo lavoro da trader ci siamo

Se ti sei accorto da questo articolo che giocare in borsa è il tuo problema, sappi che possiamo aiutarti perché ci siamo passati prima di te. Puoi inviarci le tue domande o esplorare i nostri corsi di trading o il nostro coaching per trader.

SCOPRI I NOSTRI CORSI DI TRADING BASE & I SEGNALI DI TRADING. IN OFFERTA PER TE 10 INCONTRI ONE-TO-ONE PER IMPARARE A LEGGERE I MERCATI E RICEVERE UNA STRATEGIA PROVATA PER FARE PROFITTI SUL MERCATO, clicca qui.