I trade migliori arrivano da soli aspettando l’occasione giusta

ATTENDERE I TRADE PER FARE PROFITTO

Il compito del trader è individuare i trade migliori sul mercato per fare profitto. Come fare però a individuare le operazioni più profittevoli e scattare quelle in perdita? Detta cosi sembra facile, ma qualche criterio per individuare a priore le operazione migliore probabilmente c’è.

Con l’esperienza nel trading si comprende che la fretta di fare un ‘operazione, l’urgenza o la necessita di trovare un trade sono gli elementi che portano gli errori. Al contrario la calma e l’esitazione nascondono molto spesso le migliori opportunità sul mercato. Tutte le strategie che comportano un maggiore tranquillità nel processo decisionale, al mio parere, sono quelle che potenzialmente portano maggiore profitto.

Usa i grafici giornalieri o settimanali

Uno del segreti per operare più lucidamente è utilizzare i grafici giornalieri o settimanali, infatti operando su questi time-frame si ha la calma necessaria per fare le analisi e si riesci quindi a individuare i trade con maggiori potenzialità. In particolare l’utilizzo del grafici giornalieri permette di guadare il mercati anche solo una sola volta al giorno, in apertura o in chiusura. Cercare l’operazione giusta a questo punto diventa più semplice: una volta individuati gli strumenti più promettenti sarà sufficiente controllarli giornalmente evitando quindi di passare ore ore davanti allo schermo. A un certo punto uno di quei set-up emergerà davanti ai tuoi occhi e sarà semplicemente perfetto, l’unica cosa che dovrai a quel punto sarà stabilire i parametri dell’operazione.

Ma perché allora stare davanti allo schermo è un problema? Fare trading non è forse guardare i mercati? Passare ore ore davanti ore non è un problema in sé, il problema nasce in vece dall’emozione che il mercato genera in noi. Davanti ai mercati finanziari sentiamo fretta, angoscia, voglia di guadagnare, paura di perdere e tutte queste emozioni ci portano prima o poi, se non le gestiamo, a prendere decisioni errate. Per decisioni errate intendo tutte quelle decisioni non secondo la nostra strategia di trading e non nel nostro migliore interesse.

Non guardare troppo il mercato

NON GUADARE TROPPO LO SCHERMO PER FARE TRADE DI PROFITTO

Conosco trader che passano le ora davanti agli schermi e che finiscono dopo una lunga giornata per prendere le decisioni sbagliate. La giustificazione è sempre la stessa: “fare trading è il mio lavoro, devo stare davanti ai mercati”. Purtroppo anche l’investitore più brillante dopo molte ore di lavoro perde lucidità. Nei primi anni del mio lavoro mi capitava di fare molti profitti nelle prime ore di trading e poi nelle ore terminali bruciarmeli tutti con un singolo trade. Inizialmente pensavo che fosse un problema mio, ma confrontandomi con Andrew Menaker, un grande coach di trading, mi ha svelato che tutti i trader famosi hanno gli stessi problemi. Tutti hanno la tendenza a fare troppe operazioni e a passare troppe ore davanti al mercato, l’attitudine corretta che bisogna sviluppare non è quindi innata ma acquisita.

Esaminando le operazioni a cadenza regolare, per esempio ogni 4 ore oppure ad orari prestabiliti è possible migliorasi tantissimo e molto velocemente. Il ritmo del mercato in questo modo non ci condiziona e anche nel caso di una giornata negativa possiamo fare esperienza al di fuori degli schermi, fatto che contribuisce ad darci una maggiore lucidità nelle decisioni.

Il ritmo: i trade migliori sono noiosi

Sembra incredibile, ma più ci si organizza nel trading più profitto si fa. Naturalmente più siamo pianificati, meno lasciamo al caso la nostra attività, più diventa un lavoro e meno emozione ci dà. Per approfondire puoi leggere l’articolo: Giocare in borsa? No grazie, il trading è un lavoro

Tutto il resto è noia…. Sì, esatto. Quanto più il nostro trading sarà strutturato, quanto più quelle passioni che generano gli alti e bassi se ne vanno. Più è noioso e più è profittevole. Devo dire che quando ho capito questa cosa ci sono rimasto male, ma poi ho realizzato che proprio le montagne russe di emozioni e il bisogno di adrenalina sono il vero nemico del profitto duraturo in questa attività.

Conclusione

Stabilisci nel dettaglio la tua strategia, gli orari di lavoro e gli strumenti che meglio si adattano alle tue necessità. Se non hai una strategia di trading vincente puoi vedere qui:

Analizza le tue liste di strumenti, trova i migliori candidati per fare operazioni e guardali con con cadenza regolare per verificare se ci sono entrate. Ti consiglio di utilizzare i grafici a time-frame alto (giornaliero o settimanale) perché ti danno più tempo per riflettere e tecnicamente individuano i movimenti più duraturi e consistenti. Quando apri un trade fai lo stesso, con regolarità, pianificando tutto quello che devi fare e vedrai come ho potuto sperimentare io, che il tuo trading migliorerà velocemente e raggiungerà un altro livello.


Leggi gli altri articoli:
Come investire in borsa e non sentirsi “una pecora”
CONTO DEMO: non ti insegna il Trading

HAI DOMANDE O CURIOSITA’? PER ULTERIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI